CORSI DI "SOPRAVVIVENZA" ALLE RIUNIONI CONDOMINIALI


Vivi in condominio? La riunione condominiale si avvicina e non sai come affrontarla?

La U.P.P.I., Sede Provinciale di Milano, organizza per gli Associati corsi di preparazione alle riunioni condominiali dove validi esperti, nonché nostri consulenti, risponderanno a tutte le domande che Vi consentiranno di destreggiarVi al meglio tra la nuova riforma condominiale e le proposte del Vostro condominio.
Gli incontri si terranno mensilmente presso i nostri uffici di Milano, Via Leone Pancaldo n. 1/3, previa prenotazione e disponibilità (al max 15 persone ad incontro).
Per partecipare è necessario segnalare il Vostro nominativo alla segreteria ai seguenti numeri 02/2047734 oppure 02/76022974.                       
                                                               
La prima data disponibile sarà:
venerdì 16 gennaio 2015 – ore 15.30
Relatore Avv. Lolita Valentini 
NECROLOGIO
Il Consiglio Direttivo, la Segreteria con tutto il personale dipendente, i Consulenti, unitamente agli iscritti dell’U.p.p.i., Unione Piccoli Proprietari Immobiliari, sedi di Milano e di Monza, sentitamente partecipano al dolore del proprio Vice Presidente Avv. Antonia Negri e di tutta la famiglia, per la prematura scomparsa del proprio Presidente Provinciale
 
Avv. Paolo Giuggioli
Presidente Nazionale Onorario Uppi
Presidente Ordine Avvocati di Milano
 
Nel ricordo dell’instancabile attività profusa nell’interesse dell’Associazione tutta.


 LINK SITO NAZIONALE
 
CEDOLARE SECCA AL 10%
Piano casa 2014: cedolare secca al 10%.         

È finalmente stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto legge del 28 marzo 2014 n. 47, il famoso Piano casa 2014, intitolato "Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015" che entra in vigore il 29 marzo 2014.
La più importante novità riguarda il taglio dal 15 al 10 per cento dell'aliquota della cedolare secca sugli affitti a canone concordato per un triennio ossia da quest'anno, il 2014, fino al 2017 compreso.

CALCOLO TASI

ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE
 
In base alla normativa a tutt’oggi presente sul sito del Comune di Milano (www.comune.milano.it), la Tasi dovuta per l’abitazione principale e relative pertinenze dovrà essere versata dal possessore (proprietà, usufrutto) entro il 16/10 (prima rata o unica soluzione) e 16/12 (seconda rata) utilizzando il modello F24 con i seguenti codici:
 
Comune di Milano F205
Abitazione principale e relative pertinenze: 3958.
 
Come si calcola?
Per calcolare l’imposta è necessario moltiplicare la Rendita Catastale dell’immobile, risultante in catasto al 1° gennaio dell’anno di imposta, aumentata del 5%, e moltiplicata per il coefficiente 160 per i fabbricati classificati A/1, A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7, A/8, A/9 e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7.
A questo calcolo va moltiplicata l’aliquota in base alle tabelle approvate dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 17 del 23/06/2014 e relative all’anno 2014 qui di seguito riepilogate:
TIPO IMMOBILE   CATEGORIE CATASTALI  ALIQUOTE 
ABITAZIONE PRINCIPALE e relative pertinenze A2, A3, A4, A5, A6, A7,
C2, C6, C7
se pertinenziali
2,5 per mille
ABITAZIONE PRINCIPALE e relative pertinenze A1, A8, A9
C2, C6, C7
se pertinenziali
0,8 per mille
CASA CONIUGALE e relative pertinenze a seguito assegnazione giudice  
 
2,5 per mille
 
Detrazioni
Sono previste delle detrazioni in base alla rendita catastale e al reddito complessivo del soggetto  al netto degli oneri deducibili:
 
-         € 115,00 per le abitazioni con Rendita Catastale fino a € 300,00
-         €112,00  per le abitazioni con Rendita Catastale fino a € 350,00
-         € 99,00 rendita da € 350,01 a € 400,00 a condizione che il reddito complessivo non superi € 21.000,00;
-         € 87,00 rendita da € 400,01 a € 450,00 a condizione che il reddito complessivo non superi € 21.000,00;
-         € 74,00 rendita da € 450,01 a € 500,00 reddito non superiore a € 21.000,00;
-         € 61,00 rendita da € 500,01 a € 550,00 reddito non superiore a € 21.000,00;
-         € 49,00  rendita da € 550,01 a € 600,00 reddito non superiore a € 21.000,00;
-         € 24,00 rendita da € 600,01 a 700,00 reddito non superiore a € 21.000,00.
 
La detrazione è maggiorata di € 20,00 per ciascun figlio di età non superiore ai 26 anni, purché dimorante e residente anagraficamente  nell’unità immobiliare (la detrazione non può superare l’importo di € 60,00). La detrazione non si applica per comodati a parenti entro il 1° grado che utilizzano l’immobile come abitazione principale.
Qui di seguito riportiamo alcuni esempi di calcolo:
 
Abitazione principale
Rendita catastale € 450
Categoria catastale A/2
Reddito complessivo superiore a € 21.000
1 figlio
TOTALE TASI € 169
 
Abitazione principale
Rendita catastale 350,00
Categoria catastale A/3
Reddito complessivo superiore ai € 21.000
NO FIGLI
TOTALE TASI € 35,00
 
N.B. SE L’IMPORTO TOTALE DELLA TASI E’ UGUALE O INFERIORE A € 12,00 NON E’ DA PAGARE.
 

ALTRI FABBRICATI
 
In base alla normativa a tutt’oggi presente sul sito del Comune di Milano (www.comune.milano.it), la Tasi è dovuta per possesso o detenzione di fabbricati e di aree edificabili ad eccezione dei terreni agricoli, dovrà essere versata totalmente dal possessore (proprietà, usufrutto) mentre nel caso in cui l’unità immobiliare sia locata dovrà essere versata anche dall’occupante (inquilino) nella misura del 10%.
 
Scadenze
Entro il 16/10 (prima rata o unica soluzione e 16/12 (seconda rata) utilizzando il modello F24 con i sguenti codici:
 
Comune di Milano F205
Altri fabbricati     3961
Fabbricati Rurali ad uso strumentale                  3959
Aree fabbricabili  3960
 
Come si calcola?
Per calcolare l’imposta è necessario moltiplicare la Rendita Catastale dell’immobile, risultante in catasto al 1° gennaio dell’anno di imposta, aumentata del 5%, e moltiplicata per un coefficiente diverso a seconda della categoria catastale (vedi tabella 1) per l’aliquota di riferimento in base al tipo di immobile (vedi tabella 2 aliquote approvate dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 17 del 23/06/2014 per Immobili soggetti sia a Tasi che IMU).
 
Tabella 1
moltiplicatore Categorie catastali
160 A (escluse A10); C2; C6; C7
140 B; C3; C4; C5
80 A10; D5
65 D (escluso D5)
55 C1 (negozi)
 
 
Tabella 2
tipo immobile aliquote
Immobile soggetti sia a TASI sia a IMU 0,8 per mille
Immobili soggetti esclusivamente a TASI 2,5 per mille
Fabbricati rurali ad uso strumentale 0,1 per mille
Fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita (cd. Beni merce) 2,5 per mille
 
Qui di seguito riportiamo alcuni esempi di calcolo:
 
Rendita catastale € 600,00
Categoria catastale A/2
NON IN LOCAZIONE
TOTALE TASI (tutta a carico proprietà) € 80,64
 
Rendita catastale 700,00
Categoria catastale A/3
IN LOCAZIONE
TOTALE TASI € 84,67 a carico del proprietario
€ 9,41 a carico inquilino (non dovuta perché inferiore a € 12,00)
 
Rendita catastale 1.000,00
Categoria C1
IN LOCAZIONE
TOTALE TASI € 41,58 a carico del proprietario
€ 4,62 a carico inquilino (non dovuta perché inferiore a € 12,00)
 
N.B. SE L’IMPORTO TOTALE DELLA TASI E’ UGUALE O INFERIORE A € 12,00 NON E’ DA PAGARE.
 
 
Vi informiamo che è possibile fissare appuntamenti con i nostri consulenti fiscali, in base alla disponibilità, per il conteggio della Tasi oppure Vi invitiamo a consultare il sito del comune di Milano (www.comune.milano.it) o a contattare lo 020202 per fissare appuntamento allo sportello Calcolo Tasi che verrà messo a disposizione dal Comune di Milano.
Informiamo, inoltre, che la TASI, come la IMU, è un tributo municipale deciso sia nelle modalità di pagamento che nell’entità della tassa dai singoli comuni, Vi invitiamo, pertanto, per i comuni diversi da quello di Milano, ad informarVi direttamente presso l’ente dove è ubicato l’immobile.
 
 



UPPI INFORMA

Per fornire un miglior e rapido servizio i nostri numeri di telefono sono stati modificati:
Per informazioni, per fissare consulenze e per conoscere l’ultimo indice istat i numeri sono 02.2047734 – 02.76022974.

Per parlare direttamente con il servizio “gestione affitti” abbiamo creato una linea diretta, i numeri sono 02.76003325 – 02799377.

Il numero di Fax unico è 02.2047500.

ABOLITE MAXI SANZIONI

La consulta cancella le maxi-sanzioni contro i proprietari che affittano abitazioni in nero.
La possibilità per l’inquilino di denunciare il padrone di casa, ottenendo un canone scontato, non esiste più. Anzi, è come se non fosse mai esistita.
La corte costituzionale dichiara l’illegittimità... 

 »
EXPO MILANO: Assunzione di 650 persone

Saranno più di 650 le assunzioni di lavoratori, 300 dei quali giovani, che Expo Milano avvierà grazie alla partnership con ManpowerGroup-HR Premium Partner. Lo rende noto la società di Expo. L'azienda «si è aggiudicata la gara per i servizi di reclutamento, selezione, ....



  »
MODELLO RLI

Registrazione locazione 2014: ecco il nuovo modello 

Con il provvedimento direttoriale del 10 gennaio 2014, l’Agenzia delle entrate rende disponibile on line il modello RLI per la registrazione dei contratti di locazione immobiliare. I contribuenti che devono procedere alla registrazione del contratto di affitto potranno utilizzare il nuovo modello RLI, per la richiesta di registrazione e adempimenti  successivi per i contratti di locazione e...

 »